ArteVitae, il team di Redazione

ArteVitae si avvale di un affiatato e preparato team di Editor che accompagnano i lettori quotidianamente, arricchendo con la loro professionalità e competenza la proposta editoriale del nostro magazine. Senza il loro prezioso contributo infatti, non avremmo mai potuto ambire allo straordinario risultato che invece sappiamo di aver raggiunto.

La nostra redazione è composta da persone davvero di spessore che hanno saputo interpretare e svolgere il loro ruolo di editor in questo progetto amatoriale con la professionalità con cui avrebbero affrontato un’impegno lavorativo. Ve li presentiamo seguendo l’ordine con cui ogni settimana li avete letti.

Redazione

Ogni lunedì Rita Manganello e Francesco Galletta si alternano con le loro proposte editoriali.

Rita Manganello scrive per voi di fotografia, comunicazione e urbanistica, con un occhio sempre attento all’attualità ed uno stile editoriale, limpido, essenziale ed immediato.

Rita è milanese di nascita, amante della fotografia e del cinema da quando ha memoria. Dopo gli studi classici e la Scuola di Giornalismo, ha lavorato in società multinazionali di primaria importanza nell’area della comunicazione e delle risorse umane, maturando un profilo professionale che le consente, oggi, di avere uno sguardo aperto alla contemporaneità. Giunta a fine carriera torna a dedicarsi alle passioni di un tempo fra cui la fotografia, il cinema, l’arte e la letteratura. Alterna l’attività di esplorazione fotografica a quella redazionale. Si occupa di lettura dell’immagine per i colleghi fotografi e scrive per la rivista online Note Fotografiche.

Francesco Galletta scrive per voi di Storia dell’Arte, di storia del Cinema e Libri con la capacità che lo contraddistingue di trattare gli argomenti in modo coinvolgente, con uno stile limpido e chiaro.

Francesco Galletta (Messina, 1965), architetto, grafico. Titolare di Tecniche Grafiche alle scuole superiori; laureato con una tesi di restauro urbano, è stato assistente tutor alla facoltà di Architettura dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria per Storia dell’Urbanistica e Storia dell’Architettura Moderna. Dottore di Ricerca alla facoltà di Ingegneria di Messina, in rappresentazione, con una tesi dal titolo: “L’Immaginario pittorico di Antonello”. Con l’architetto Franco Sondrio ha rilevato, per la prima volta, la costruzione prospettica e la geometria modulare dell’Annunciazione di Antonello. La ricerca, presentata in convegni nazionali e internazionali, è pubblicata in libri di diversi autori, compresa la monografia sul restauro del dipinto. Sempre con Franco Sondrio ha studiato l’ordine architettonico dell’ex abbazia di San Placido Calonerò nell’ambito del restauro in corso e scoperto a Messina un complesso architettonico della metà del ‘500, collegato al viaggio in Sicilia del 1823 dell’architetto francese Jaques Ignace Hittorff.

Ogni martedì il blog pubblica gli interventi di Edmondo Di Loreto e Cristiana Zamboni.

Edmondo Di Loreto anima la rubrica del Martedì “Storie di Fotografie”, regalandoci veri e propri pezzi di storia, aneddoti e curiosità sulle fotografie di ogni tempo.

Edmondo nasce a Roma nel 1956 e vive tra Puglia e Abruzzo. Fotografa, con passione ondivaga, dall’età di 7 anni. Ha viaggiato in tutto il mondo ed ha realizzato numerosi reportage. Nel 1994 ha vinto il concorso nazionale di foto-reportage Petrus World Report.  Nel 2004 ha ricevuto il gran premio della giuria al concorso del Touring Club Italiano sulle case rurali “Alta Definizione della campagna Italiana”. Nel 2006 è stato uno dei 5 autori selezionati per il Premio Chatwin: Camminando per il mondo con due video, un racconto ed un portfolio fotografico sui popoli del fiume Omo in Etiopia, esposto a Genova presso il Museo del Castello d’Albertis. E’ socio del FotocineClub Foggia BFI EFI  del quale è stato anche vicepresidente e con cui ha allestito varie mostre personali e numerose collettive. Ogni volta che può, promuove la fotografia in  ogni sua forma e significato.

La designer milanese Cristiana Zamboni ci accompagna alla scoperta del mondo dell’arte e del design italiano e mondiale.

Cristiana è nata a Milano il 25 giugno 1969, frequenta il liceo artistico di Bergamo ,si diploma nel 1987, frequenta l’istituto d’arti grafiche e figurative San Calimero a Milano per la qualifica di Grafica pubblicitaria nel 1992. Contemporaneamente lavora come free-lance presso studi di grafica per progettazione cartelloni pubblicitari e libri per bambini. Collabora con diversi studi. Interior designer si specializza in Art – design. Collabora free-lance con studi di progettazione d’interni per la creazione di complementi d’arredo artistici e  per la creazione di quadri d’arredo, dipinge.

Il mercoledì è dedicato ad un appuntamento molto atteso dai nostri lettori. “Digressioni sulla Fotografia” è la rubrica curata da Luigi Coluccia dedicata all’intervista. Ampio spazio agli autori fotografici, ai loro progetti e ai loro lavori artistici, con approfondimenti sulla loro storia personale.

Gigi, salentino di nascita e romano d’adozione, intraprende il percorso di laurea in Economia Bancaria e successivamente abbraccia la carriera militare. Alterna la passione per l’economia e la letteratura, ereditata dal nonno, a quella per la fotografia che coltiva da tempo, applicandosi in diversi generi fotografici, prima di approdare alla fotografia di architettura e minimalismo urbano in cui trova espressione la sua vena creativa. Dotato di personalità votata alla concretezza e con uno spiccato orientamento alla cultura del fare,  Gigi intuisce le potenzialità aggreganti della fotografia unite alla possibilità di condivisione offerte dal Social e fonda il Gruppo ArchiMinimal Photography attraverso il quale riesce a catalizzare l’attenzione di tanti utenti italiani e stranieri attorno ad progetto di più ampio respiro che aggrega una nutrita comunità attiva di foto-amatori. Impegnato nella promozione e nella divulgazione della cultura fotografica, crea il magazine ArteVitae, progetto editoriale derivato dal successo della community social, per il quale scrive monografie ed approfondimenti sugli autori fotografici e cura la rubrica Digressioni sulla Fotografia, ricercando nel panorama fotografico contemporaneo,  personaggi e spunti di interesse di cui parlare. 

Il giovedì ospitiamo gli interventi di Franco Sondrio che scrive di Fotografia, Arte e Architettura, regalandoci degli spunti di riflessione mai banali.

Franco nasce a Messina nel 1963 dove attualmente vive svolgendo la sua attività lavorativa a Catania. Compie gli studi superiori nella città dello Stretto, per poi laurearsi in Architettura presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Successivamente, consegue il titolo di Dottore di Ricerca presso la Facoltà d’Ingegneria dell’Università di Messina sviluppando una tesi su “La rappresentazione del paesaggio nelle opere di Antonello da Messina”. Ha svolto attività didattica presso la Facoltà di Architettura di R.C. ed è stato correlatore di numerose tesi di laurea negli ambiti del Restauro e della Storia dell’Architettura. É autore di saggi e articoli su libri e riviste scientifiche e, a tutt’oggi continua la sua attività di ricerca, con particolare riferimenti al corpus pittorico antonelliano, agli apparati prospettici quattrocenteschi, agli sviluppi artistici e architettonici di Messina a partire dall’epoca rinascimentale.

Il Venerdì è dedicato alle rubriche “Libere Divagazioni” di Luca Tizzi e “Suggestive Evasioni” di Daniela Luisa Bonalume.

Luca Tizzi ha saputo dare vita ad una rubrica di intrattenimento, scrivendo di musica e canzoni ma con la spiccata caratteristica che lo contraddistingue di saper ricercare l’aspetto meno noto, la curiosità più stuzzicante, creando collegamenti fra musica, cinema, avvenimenti e personaggi, per regalarvi delle chicche molto appetitose.

Florentini natione non moribus – Luca nasce a Firenze nel 1961, la abbandona dopo 30 anni e si trasferisce nel paese di origine dei genitori, sull’Appennino Tosco-Romagnolo in provincia di Forlì-Cesena. Percorso di studi arruffato, bancario per motivazioni alimentari ma senza convinzione, si interessa di Cinema, Musica, Fotografia, Arte, Fumetti e molto altro. Gli piace scrivere anche se dice di non esserne capace, gli piace fotografare perché non sa disegnare, ma anche in questo dice di riuscire poco bene. Sogno nel cassetto, diventare ricco scrivendo cose orribili che leggono in molti.

Suggestive Evasioni” è la rubrica delle letture pocket, animata dai racconti brevi scritti da Daniela Luisa Bonalume, che con uno stile asciutto, coinvolgente e mai scontato ci tiene compagnia con le sue storie bonsai popolate da personaggi inventati che traggono però ispirazione dalla gente comune e dalle loro grottesche vicende umane. Daniela si occupa anche di recensire alcune grandi mostre e film, confermando anche in questo caso uno stile di scrittura immediato e di forte impatto.

Daniela è nata a Monza nel 1959. Fin da piccola disegna e dipinge. Consegue la maturità artistica e frequenta un Corso Universitario di Storia dell’Arte. Per anni pratica l’hobby della pittura ad acquerello. Dal 2011 ha scelto di percorrere anche il sentiero della scrittura di racconti e testi teatrali tendenzialmente “tragicomironici”. Pubblicazioni nel 2011, 2012 e 2017.

Frequentando il Blog avrete anche l’opportunità di leggere i contributi di Giusy Baffi, che spaziando dalla fotografia, al design e all’architettura ci delizia con articoli sempre puntuali e di livello e di Giulio Borghese che propone interessanti escursioni nei temi dell’attualità con il saggio distacco e la lucidità tipiche di chi la vita l’ha sperimentata.

La tua opinione ci interessa. Facci sapere cosa ne pensi. Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: