Sedicicorto International Film Festival, la nuova edizione 2020

Il Sedicicorto Forlì International Film Festival dedicato al cortometraggio si avvia ad inaugurare un’edizione sperimentale ricca di novità. Un’edizione ibrida tra Web e sezioni live che si svolgerà dal 2 all’11 ottobre e sarà presentata in anteprima il 14 e 15 settembre nella nuova cornice del chiostro dei Musei San Domenico di Forlì, la città romagnola in cui è nata e cresciuta sempre più in questi 17 anni.

di Gabriella Maldini

Il team di Sedicicorto

La kermesse dedicata ai cortometraggi di tutto il mondo (ne sono arrivati quasi 5.000 da 128 paesi) si svolgerà quest’anno con due modalità parallele: la parte più consistente, che riguarda il concorso, si svolgerà on line, mentre altri eventi si terranno dal vivo così da valorizzare il forte rapporto con il pubblico del territorio che da anni ama e segue il suo Festival. Tra le grandi novità di questa edizione, il fatto che i contenuti web saranno ospitati sul sito Mymovies.it, imprescindibile punto di riferimento per tutti gli appassionati di cinema.

Tra tutti i cortometraggi selezionati, saranno presentate su Mymovies.it  tre sezioni internazionali, ‘Movie’, ‘Animalab’ ed ‘Experia’, e due nazionali, ‘CortItalia’ e ‘Cortinloco’. Mentre il sito del Festival Seidicorto offrirà un’ampia serie di contenuti extra: interviste, la rubrica Cinebook, e tante curiosità sul sempre più innovativo e sorprendente mondo del cortometraggio.

Locandina edizione 2020

Gli incontri live avverranno come sempre nei luoghi ormai di rito della manifestazione forlivese: il Cinema San Luigi e l’Auditorium Intesa San Paolo, i due palcoscenici riservati anche alla terza edizione di ‘IranFest’, il festival a tema dedicato alla cinematografia e cultura iraniane.

Vere e proprie ciliegine sulla torta saranno gli eventi ‘La notte di Cabiria’, con corti internazionali dedicati a Federico Fellini, il cineasta romagnolo per antonomasia di cui quest’anno si celebra il centenario della nascita, ‘Cinematica’, sul tema della tutela ambientale, e ‘Cinemix’, che propone corti light, sia per durata che per contenuto. Infine, sempre ampio spazio verrà dato al pubblico più importante, quello dei giovani e giovanissimi, dai 2 ai 17 anni, con le sezioni ‘Animare’ (sui corti di animazione), ‘Bebisciort’ e ‘N0+D2’ (sui corti che non superano i due minuti).

Federico Fellini

Una delle iniziative più care al Festival e che sarà ulteriormente potenziata è la collaborazione con le scuole del territorio che potranno proiettare i filmati nelle classi, votare i corti preferiti e vincere numerosi premi.

Gianluca e Gianni Castellini, fondatori del Festival.

 

Note biografiche sull’autrice

Nata a Forlì nel 1970, dopo il diploma al liceo classico si è laureata in Giurisprudenza presso l’Università di Bologna. Ha svolto un Master in Comunicazione a Roma e Milano, poi un Corso di Racconto e Romanzo e uno di Sceneggiatura cinematografica alla Scuola Holden di Torino. E’ docente di cinema e letteratura e ha diverse collaborazioni in atto, fra cui quella con Università Aperta di Imola e le scuole medie, per le quali sta portando avanti un progetto didattico che coinvolge i ragazzi delle classi terze in una ‘lezione cinematografica’ sul rapporto umano e formativo che unisce allievo e insegnante. Nel maggio 2018 è uscito il suo primo libro, edito da CartaCanta, dal titolo I narratori della modernità, un saggio di letteratura francese dedicato a Balzac, Flaubert, Zola e Maupassant, come quei grandi padri del romanzo che per primi hanno colto la nascita del mondo moderno. Collabora con il Festival Internazionale del Cortometraggio Sedicicorto.

Per ArteVitae scrive nella sezione Cinema e TV

(Ndr): Immagini e video inclusi in questo articolo sono stati reperiti in rete a puro titolo esplicativo e possono essere soggetti a copyright. L’intento di questo blog è solo didattico e informativo. Le foto presenti in questo articolo sono state reperite in rete e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione possono segnalarlo a redazione@artevitae.it e si provvederà alla rimozione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: