Gente che legge, una rassegna fotografica sulle nuove abitudini di lettura

Gente che Legge è il titolo di una mostra fotografica collettiva organizzata da Antonio Napoli e Paolo Benini, fotografo, in aprile – maggio 2015, presso la Biblioteca C.E. Gadda di Melegnano e più recentemente a Milano, presso la libreria universitaria Franco Angeli Bookshop di Milano.

Il tema della lettura inquadrato con l’obiettivo della fotocamera.

L’idea è scattata nella mente degli ideatori, Antonio Napoli e Paolo Benini, per via dell’overdose di persone che vediamo quotidianamente sui mezzi di trasporto e non solo, letteralmente ipnotizzate dallo schermo del loro smartphone.

Evidentemente un’importante trasformazione è avvenuta da quando sul tram si sfogliava un quotidiano, o si leggeva un libro nelle lunghe percorrenze.

Gente che Legge è una bella rassegna fotografica alla quale hanno partecipato vari autori.

Una raccolta di immagini di gusto classico che illustra il nostro rapporto con la lettura, spaziando nei vari ambiti nei quali si può svolgere questa attività. La mostra ritrae un universo di individui colti in uno dei momenti fra i più personali, se vi facciamo caso, nell’ambito delle abitudini comuni. Sfogliare un libro, leggere un romanzo, un messaggio al cellulare o una e-mail. Un immergersi in un mondo interiore abitato fondamentalmente da due soggetti: noi e il testo davanti ai nostri occhi.

Scattare queste foto ha significato cogliere quel preciso momento di intima comunicazione fra il lettore e il libro o dispositivo mobile fra le sue mani.

Infatti qui assistiamo a un cambiamento epocale: dal cartaceo all’elettronico, dal libro, rivista, o giornale quotidiano che ancora sopravvivono presso gli audaci sostenitori della tradizione, a qualcosa di nuovo offerto dall’evoluzione tecnologica: PC, tablet, telefono mobile.

Un’esondazione di e-books, testi e messaggi in formato elettronico, ormai molto presenti nella nostra realtà.

C’è forse differenza di fruizione fra il mezzo di comunicazione tradizionale e quell’oggetto rettangolare in plastica, vetro e silicio che teniamo comodamente in tasca e compulsiamo avidamente durante i nostri viaggi sui mezzi di trasporto, quasi fosse così necessario da non poterne fare a meno ?

Solo qualche giorno fa è avvenuto un divertente guerrilla reading a bordo di un tram milanese: alcuni volontari all’improvviso e in sequenza hanno letto brani di libri, a voce alta, per scuotere i presenti immersi nel loro cellulare.

Che ci si trovi in autobus o comodamente seduti sul sofà nella sala d’aspetto del medico, come ingannare il tempo dell’attesa? Un quotidiano, un libro, un messaggio di WhatsApp, ci intrattengono regalandoci un po’ di distensione, un momento di transizione tra un’attività e l’altra, quale che sia l’esperienza che ci attende, il semplice recarci in un luogo o sederci sulla poltrona del dentista.

La rassegna fotografica – Gente che Legge – Alcune delle immagini presenti in mostra

Le foto presenti in questa raccolta sono una valida rappresentazione di questi siparietti di lettura a carattere multimediale e non, un buon esempio di fotografia d’attualità che compone un indovinato affresco del tema in questione.

Gli autori delle immagini hanno saputo cogliere qualche interessante momento topico tale da formare immagini dotate di contenuto espressivo, un giusto mix di stati di grazia dei lettori ignari protagonisti, una carrellata dinamica, piacevole.

Un modo simpatico per pilotarci nel presente tecnologico che coinvolge anche l’esperienza della lettura, senza annientare la tradizione che resta viva in noi.

Credits – Immagini di: ANDREA ABBIATI LUIGI ALLONI ALESSANDRA ANTONINI PAOLO BENINI LOREDANA BONDIOLI MAURO CORTESE ROBERTO CREMASCO FRANCO GALLIENI ANTONIO GIANNOTTA MARCO LAMBERTO MAURO LAZZARI CLAUDIO MANENTI RITA MANGANELLO GIUSEPPE MORELLO ANTONIO NAPOLI CARLO ORIANI ANGELO PERACCHI MARCO VICARDI LEONARDA VIRETT

La tua opinione ci interessa. Facci sapere cosa ne pensi. Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: