Il foto-itinerario del Metro di Parigi

Il foto-itinerario del Metro di Parigi propone un suggestivo tour alla scoperta dell’imponente rete metropolitana parigina e delle sue stazioni. 

di Ernesto Pasquali

 Quante volte avete sognato di fare un viaggio a Parigi? Quante invece pur avendolo fatto avreste voluto avere a disposizione tutta per voi una guida sui luoghi più suggestivi da fotografare per ottimizzare i tempi e contemporaneamente cogliere tutte le molteplici sfumature di questa meravigliosa e affascinante città? Bene, lo scopo di questo viaggio virtuale è proprio questo, fornirvi una guida quanto più precisa e funzionale possibile alla scoperta di mete fotografiche che meritano la vostra attenzione.

Pianta delle linee metropolitane

In questo primo appuntamento come anticipato ci occuperemo della metropolitana di Parigi, un’imponente opera che collega la città in maniera capillare e che ogni anno trasporta 1,5 miliardi di persone! Il “metro” di Parigi conta 14 linee di metropolitana RATP e 5 di RER, (collegamenti regionali), accessibili da ogni punto della città, operative dalle prime ore del mattino sino a circa mezzanotte (a seconda delle linee).

Parigi e senza dubbio una delle città del mondo meglio servite da un servizio di metropolitana, che andando ben oltre il confine amministrativo della municipalità, per altro molto ristretto rispetto alla vastità dell’area urbana, si estende fino ai paesi e alle cittadine della grande e della piccola corona che costituiscono l’immensa periferia.
La storia della metropolitana di Parigi risale al 19 luglio 1900, quando fu inaugurata la prima linea in occasione della Esposizione Universale che si svolse in quell’anno e la rete è stata in seguito ampliata, ristrutturata e modernizzata nel corso degli anni, tanto che molte delle stazioni sono caratterizzate dai diversi stili artistici ed architettonici che si sono succeduti nel tempo.

Numerosi sono gli spunti fotografici  che questa imponente opera offre, fra i tanti ve ne segnalo alcuni fra quelli più significativi.

Porte Dauphine progettata da Hector Guimard

La stazione del capolinea di Porte Dauphin della linea 2, che conserva intatte le decorazioni stile Liberty progettate da Hector Guimard, in parte conservate anche altrove.

Le strutture dei tratti sopraelevati e le stazioni all’aperto di alcuni tratti della stessa linea 2 e della linea 6. I ponti sulla Senna ed in particolare quello sulla linea 6 tra Passy e Bir-Hakeim, con la torre Eiffel sulla sfondo.

 

Le stazioni e le scritte della linea 12, che conservano le caratteristiche originali del primi del secolo scorso. Le stazioni Hotel del Ville e Louvre-Rivoli, moderne ed eleganti, impreziosite con riproduzioni di opere d’arte e spesso sedi di mostre fotografiche.
La vista del quartiere delle Defense dal “posto di guida” dei convogli della linea 1 completamente automatizzata e senza conducente.

Un tunnel della “Metro” parigina

Innumerevoli sono poi gli spunti fotografici suggeriti dal susseguirsi di corridoi, scale fisse e mobili, decoraziini musive, arredi di ogni tipo, vivacizzati dalla presenza dei viaggiatori e, qua e là, da musicisti solisti e perfino da una piccola ma bravissima orchestra d’archi.
L’area dei servizi di RATP è suddivisa in sei zone tariffarie, ma per accedere alla maggior parte dei siti di interesse basta il biglietto per la sola città di Parigi (zona 1).

Una visuale panoramica

Non è chiaro se sussistano divieti di fotografare, ma non si vede nessun cartello in merito ed ho scattato per anni con reflex e telefonino senza che nessuno abbia mai avuto nulla da ridire. A Parigi capita spesso una giornata di brutto tempo; niente paura, alzate il livello degli ISO ed infilatevi sotto la prima indicazione “metro” che vi capita a tiro ovviante muniti di piantina e di questa guida!!!

 

Presentazione nuova metropolitana

Alcune mie immagini della Metro parigina.

La tua opinione ci interessa. Facci sapere cosa ne pensi. Grazie!