ArchiMinimal Photography Roadshow – Espone Andrea Mele

Andrea Mele espone a “Come look at my town”. Il tour fotografico promosso da ArchiMinimal Photography porta in mostra per tutta l’Italia l’opera di 37 fotografi che hanno interpretato il tema della città. Ve li presentiamo.

Andrea Mele

Andrea nasce a Genova nel 1961 e vive a Milano dove si trasferisce alla fine degli anni ’80 per cominciare a lavorare al Politecnico di Milano come docente universitario e ricercatore, ma alla Liguria rimane sempre legato sentimentalmente.

Il suo lavoro comporta lo studio della materia nei suoi aspetti molecolari e sicuramente da questo mondo attinge il gusto e la passione per le forme, la geometria, la simmetria e la dinamica. Chimico per professione e fotografo per passione, nel suo modo di comporre e scattare una foto si ritrovano molti motivi che fanno parte della metodologia della ricerca scientifica, quali l’uso della simmetria, i contrasti geometrici, le variazioni tonali e dinamiche.

Forse questo è il motivo più originale del suo modo di proporre le immagini.

Nella percezione del mondo macroscopico c’è sempre un elemento che rimanda a quello microscopico, architetture urbane come metafore delle architetture molecolari. Andrea Mele

La sua attività di fotografo inizia molto presto, con la Voigtlander Vito III di papà che usava da bambino, quando il digitale non era neppure fantascienza. L’esperienza della pellicola è un vero e proprio imprinting. La macchina fotografica completamente manuale, senza neppure l’esposimetro, lo costringe ad una gavetta importante per un fotografo. In età matura approda al digitale e alla post-produzione e si ritrova a fare scelte di campo ben precise su soggetti, stile, orientamenti.

E’ fuor di dubbio un interesse, innato forse, per tutto ciò che l’uomo costruisce, quindi architettura e spazi urbani. In questo posso affermare di aver subito l’influenza dello stile asciutto ed essenziale di Gabriele Basilico.

Certo ne recepisce la riluttanza all’inclusione nelle composizioni dell’elemento umano. A ciò si aggiunge il manifestarsi, sempre più intenso e frequente, della passione per il bianco e nero, che diventa una cifra stilistica significativa delle immagini da lui proposte. Su questi elementi si incorpora l’adesione pressoché totale alla filosofia del less is more.

La visione minimalista lo porta ad enfatizzare i contrasti tra linee, toni, spazi vuoti e occupati. In tempi recenti ciò si è anche manifestato nella tendenza ad estremizzare i contrasti tonali, con l’utilizzo di post-produzione in high key e in low key. I risultati talvolta suggeriscono che anche un soggetto ben noto, sia esso un edificio, un paesaggio urbano o un elemento di arredo d’interni, può trasmettere sensazioni inaspettate. E forse questo è lo scopo di molte sue immagini, mostrarne la capacità evocativa, piuttosto che l’aspetto documentale.

Andrea Mele partecipa all’esposizione Come look at my town promossa da ArchiMinimal Photography con “Portello, Milano”.

Piazza Gino Valle è uno dei tanti luoghi che vengono indicati come esempi del rinnovamento architettonico e urbanistico della città di Milano nell’ultimo decennio. Elegante e metafisica, non sfigura accanto le più note piazza Gae Aulenti, ai grattacieli di Porta Volta o di City Life. Sullo sfondo l’accattivante gioco di linee e curve dell’edificio progettato da Fabio Novembre. In quest’immagine due motivi si fondono: la convergenza delle linee, reali ed immaginarie, e i contrasti cromatici che, nel viraggio bianco e nero, portano ad un’atmosfera drammatica ed immobile.


Come look at my town – ArchiMinimal Photography Roadshow – Sfoglia il catalogo


Le fotografie di Andrea Mele


ArchiMinimal Photography Roadshow – Mostra Collettiva Itinerante “Come look at my town!” – Edizione 2018

Logo ArchiMinimal Photography ©

“Come look at my town!”è la mostra itinerante promossa della casa ArchiMinimal che porterà in tour 37 fotografie di 37 autori, italiani e stranieri, in 9 città Italiane. Inaugurato lo scorso 20 gennaio a Bologna, il tour fotografico si concluderà con l’esposizione finale ospitata dal Semplicemente Fotografare Live 2018, consolidata e vivace kermesse fotografica curata dall’omonimo Gruppo fotografico che si terrà a Novafeltria di Rimini, negli ultimi due weekend di Settembre.

Il primo grande evento Live di ArchiMinimal Photography ha lo scopo di promuovere la fotografia d’architettura urbana, interpretata attraverso visioni urbane e architettoniche che attingano dall’essenzialità e dalla sottrazione di elementi alla composizione, non il contrario, esaltando quell’approccio compositivo tipico del minimalismo urbano che è anche il carattere distintivo dell’omonimo Gruppo fotografico.

ArchiMinimal Photography e il tema della mostra, la città. La mostra è promossa da ArchiMinimal Photography, il Gruppo social che tratta di fotografia d’architettura, alla quale ha attribuito diverse sfumature, raccogliendo immagini di architetture futuristiche e classiche, di dettaglio ma anche di paesaggio urbano contemporaneo e decadente. Annovera autori di diverse città e nazionalità che ogni giorno offrono le loro personali visioni urbane. Il tema della mostra itinerante trae spunto proprio da questo: la visione della propria città, sia essa di provincia o giungla urbana cosmopolita, quella in cui viviamo oppure quella che ha attratto la nostra creatività in occasione di una visita.

Fra i generi fotografici raccolti in ArchiMinimal Photography abbiamo quindi optato per quello denominato Urban Street che aspira ad unire l’elemento architettonico alla presenza umana che lo anima, dando vita a scenari urbani che raccontino la città in un tour virtuale intorno al mondo. Il tema ha consentito di aprire la partecipazione ad autori e fotografie di tutto il mondo – dall’Italia alla Francia e alla Germania, dalla Gran Bretagna agli Stati Uniti sino al Giappone. Le fotografie in mostra esaltano le caratteristiche urbane ed umane della città, luogo suggestivo e ricco di spunti creativi per indagare le mille sfaccettature del paesaggio urbano.

Le tappe del tour fotografico.

 “Come look at my town” ha inaugurato il tour lo scorso 20 gennaio 2018 a Bologna e prosegue fino a Settembre 2018 nelle seguenti città:

  • Genova: dal 12 al 25 Febbraio – Cinema Teatro San Pietro – Piazza S. Paola Frassinetti 10
  • Roma: dal 02 al 16 Marzo – Studio Architetti Celletti – Via Simone de Saint Bon, 26
  • Napoli: dal 28 al 13 Aprile – Magazzini Fotografici – San Giovanni in Porta, 32
  • Ancona: dal 19 al 27 Maggio – Palazzo Camerata – via Fanti 9
  • Gallarate (VA) dal 09 al 16 Giugno – Unique 18LAB – via Alfredo Cappellini 18
  • Milano: dal 18 al 23 Giugno – Spazio Chiamamilano Laghetto 2.0 – via Laghetto 2
  • Monza: dal 7 al 21 Luglio – Spazio Turnè Bistrot – via Bergamo, 3
  • Lecce: Agosto (da definire)

La tua opinione ci interessa. Facci sapere cosa ne pensi. Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: